Al termine di Juventus-Lazio, l'allenatore biancoceleste Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa:

"La squadra non è entrata in campo timorosa, la differenza sono stati i palloni recuperati nella loro metà campo: la Juventus li ha sfruttati, noi no. Abbiamo pagato due errori banali e contro le grandi squadre li paghi. Il risultato è bugiardo, inteso nel 3-0 e non nella vittoria dei bianconeri. La nostra prima parte di stagione è stata di buon livello, ma la sensazione va oltre i numeri ed è molto buona, possiamo migliorare ancora.

Alcuni palloni sono stati persi per superficialità e non per timore. Siamo arrivati corti a livello di energie, pagando anche il fatto di affrontare una squadra fisica. Il loro primo gol ha cambiato la partita, con le caratteristiche che abbiamo in avanti dobbiamo arrivare in porta con il palleggio, serve sempre pazienza per attaccare.

Milinkovic può aver sofferto la vicinanza del Mondiale, anche se mi ha detto di no. Potrebbe essere stata una normale flessione di forma che ha ogni calciatore. Mercato? Non leggo niente, non mi interessa. Leggevo solo i tabellini delle squadre, nemmeno le pagelle.

La Lazio storicamente fa poco mercato invernale, sia in entrata che in uscita. Non penso ci saranno interventi massicci, poi ne parlerò con la Società. Prima di decidere chi gioca, mi affido alle sensazioni mie e quelle del mio staff. 

Ho la sensazione di avere in mano una squadra con più consapevolezza, più sicura dei propri mezzi. Poi è ovvio che queste battute d'arresto vanno evitate. La sosta per il Mondiale farà bene a tutti, che hanno bisogno di recuperare le energie e gli infortunati".