Al termine di Lazio Women-Brescia, il tecnico biancoceleste Massimiliano Catini è intervenuto ai microfoni di www.sslazio.it:

“Siamo scese in campo un po’ timorose nel palleggio, che è una delle nostre principali qualità, ma non avevamo subito tanto. Nella ripresa, complice anche un calo fisico delle avversarie abbiamo avuto più spazio e siamo migliorate nella sviluppo dell’azione. Abbiamo anche costruito un paio di occasioni per chiudere la partita, subendo praticamente nulla. Dobbiamo imparare a concretizzare maggiormente quello che ci capita.
I novanta minuti sono stati gestiti bene. Questo pareggio deve insegnarci che dobbiamo interpretare bene tutta la partita fino si minuti di recupero perché, in vantaggio di un gol, dovevamo gestire il cronometro. Al contrario, abbiamo incassato il pari. Il Brescia, però, sarà protagonista di questo campionato: dobbiamo ripartire dal fatto di aver comandato praticamente per l’intera gara. Al tempo stesso, l’1-1 lascia l’amaro in bocca. Abbiamo costruito veramente molto, anche sul pareggio abbiamo avuto una chance con Proietti.
Contro il Tavagnacco dovremo confermarci fuori casa per andare a riprendere i punti persi oggi: oggi le friulane hanno vinto 3-1 a Genova. Dovremo riascendere in campo imparando dagli errori commessi".